Covid19, disposizioni: cosa si può fare e cosa no

Sono tanti, ormai, i cittadini piemontesi che hanno capito la maggior parte delle disposizioni imposte dal Governo per limitare il numero di contagi dal nuovo Coronavirus (il Covid19). Le linee guida sul comportamento da adottare, soprattutto per quanto concerne gli spostamenti, dovrebbero essere chiare, così come l’invito a lavarsi spesso mani e viso.

Il problema adesso sorge per tutte le altre esigenze, la quotidianità a cui eravamo abituati e che ora non sappiamo se continuare o meno.

Per questo ci viene incontro un video della nostra sindaca di Torino, Chiara Appendino, dove spiega cosa si può fare e cosa no, supportata dalle indicazioni del Governo. Vediamo insieme i vari punti, con domande e risposte.

PER L’AGGIORNAMENTO DEL 27 APRILE, LEGGI: Fase 2, cosa si può fare?

  • Genitori separati: si possono andare a trovare i figli?
    Sì, si può.
  • Ristoranti: il “take-away” si può fare?
    No, take-away (quando è il cliente ad andare a prendere il cibo nel locale) no, ma consegne a domicilio sì.
  • Spostamenti: cambiato qualcosa con il decreto 11 marzo?
    No, le regole sono le medesime adottate nel precedente decreto.
  • Ci sono zone rosse in Italia?
    No, in tutto il paese valgono le medesime disposizioni.
  • Per quali motivi si può uscire di casa?
    Per lavoro, per ragioni di salute, per esigenze come ad esempio fare la spesa. Serve l’autodichiarazione.
  • Posso muovermi in città?
    I divieti di spostamento tra comune e comune valgono anche all’interno della stessa città.
  • Sintomi, febbre e infezione respiratoria, posso uscire?
    Contattare il proprio medico e limitare tutti i contatti
  • Lavoratori autonomi, come dimostro l’esigenza lavorativa?
    Vale sempre l’autocertificazione, che eventualmente sarà verificata dagli organi competenti.
  • Ci saranno controlli in giro?
    Sì, le forze dell’ordine hanno il compito di far rispettare le regole.
  • Posso rientrare nel luogo di residenza?
  • Posso andare nella mia casa al mare, in montagna senza residenza/domicilio?
    No, non è possibile, fermo restando le motivazioni lavorative e sanitarie.
  • Corsa a fare la spesa prima che finisca tutto?
    Non è necessario, la produzione e il trasporto di cibo proseguirà regolarmente, ci saranno sempre alimenti sugli scaffali dei negozi.
  • Posso fare un po’ di sport all’aperto?
    Sì, ma non in gruppo, rispettando le distanze. I parchi, i giardini rimangono aperti al pubblico (Leggi la nuova Ordinanza 20 marzo 2020)
  • Posso andare ad assistere parenti anziani, non autosufficienti?
    Sì, rientra nelle condizioni di necessità.
  • Si può uscire per gettare la spazzatura?
    Sì.
  • Posso portare fuori il cane?
    Sì, seguendo sempre le regole di sicurezza.
  • Animali dal veterinario?
    Sì, per emergenze.
  • Posso andare in bicicletta?
    Sì, per andare al lavoro, a casa o per fare la spesa, e per attività motoria. Mantenendo sempre la distanza di sicurezza.
  • Cerimonie civili, religiose?
    Sospese fino al 3 aprile.
  • Assemblea di condominio, riunione?
    Sono vietate
Disposizioni a Torino per Coronavirus

Risorse

Altre informazioni utili a Torino

3 commenti su “Covid19, disposizioni: cosa si può fare e cosa no”

Rispondi a Marco Castelli Annulla risposta