Catania – Juventus. Situazione e probabili formazioni

Catania – Juventus 0-1, tre punti importanti. Mercoledì il Bologna

29 / 10 / 2012 – Nonostante il dominio bianconero sul campo, l’argomento più dibattuto della partita di Catania è il gol annullato ai siciliani per un fuorigioco che in realtà non c’era.

Catania – Juventus 0-1. Gol: Vidal al 57° (0-1). Note: Marchese espulso al 67°. Prossima partita: Juventus – Bologna (mercoledì 31 ottobre 2012, ore 20.45).

Classifica parte alta: 25 Juventus, 22 Napoli, 21 Inter, 18 Lazio.

(E. S.)

Catania – Juventus 1-1, nessuna squadra vuole vincere in questa Serie A

26 / 09 / 2011 – Pareggio esterno dei bianconeri che non mina il primato in classifica. In questo campionato sembra che nessuno voglia dominare, sono tutti in attesa, come nelle volate finali del ciclismo, ci si guarda l’uno con altro, aspettando il momento propizio per lo scatto finale.
In quattro partite disputate finora è sorprendente che le prime della Serie A, le due bianconere Juventus e Udinese, abbiano totalizzato soltanto otto punti sui dodici disponibili.
I pareggi di Udinese, Palermo, Fiorentina, Napoli, Cagliari e la sconfitta del Genoa, hanno fatto si che la Vecchia Signora potesse tranquillamente accontentarsi del pari per preservare il primo posto del torneo.

Catania – Juventus 1-1
Gol: Bergessio al 22° (1-0), Krasic al 49° (1-1)

Il Catania
Andujar – Alvarez (dal 29° Marchese), Bellusci, Spolli, Capuano – Del Vecchio, Almiron (dal 66° Ledesma), Lodi – Gomez, Bergessio (dal 78° Suazo), Catellani
Allenatore: Montella

La Juve
Buffon – Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Grosso – Pirlo – Krasic, Marchisio (dall’81° Quagliarella), Vidal, Elia (dal 46° Pepe) – Matri (dal 73° Del Piero)
Allenatore: Conte

(E. S.)

Catania-Juventus 1-3, doppietta del bomber ritrovato

06 / 12 / 2010 – Quagliarella l’eroe di Sicilia. Assente alla gelida disfatta europea in Polonia, l’attaccante bianconero invade l’isola italiana con due reti che sigillano un’importante vittoria in trasferta. Un gol annullato nel primo tempo, poi, rendono la prestazione della punta juventina ancora più emozionante.

In classifica troviamo al primo posto il Milan (33 punti), poi la Lazio (30), la Juve (27), il Napoli (24) e un quartetto composto da Inter, Palermo, Roma e Sampdoria (23).

Catania-Juventus 1-3
Gol: Pepe al 35° (0-1), Morimoto al 37° (1-1), Quagliarella al 44° (1-2), Quagliarella al 57° (1-3)

Il Catania
Andujar – Potenza, Silvestre, Terlizzi, Alvarez – Biagianti, Ledesma, Martinho (dall’88° Carboni) – Gomez (dal 71° Ricchiuti) – Maxi Lopez, Morimoto (dal 68° Antenucci)
Allenatore: Giampaolo

La Juve
Storari – Sorensen, Bonucci, Chiellini, Grosso – Krasic, Felipe Melo, Aquilani (dal 57° Sissoko), Pepe (dall’82° Salihamidzic) – Quagliarella (dall’80° Del Piero), Iaquinta
Allenatore: Del Neri

(E. S.)

Catania – Juventus 1-1. Addio Champions, sarà Europa League

03 / 05 / 2010
Il pareggio non era certo il risultato a cui puntare per il “tutto per tutto” bianconero in chiave Champions League. Ma le vittorie di Palermo e Sampdoria -ormai inarrestabili- ridimensionano l’occasione persa della Juve. Infatti, anche con un successo in Sicilia, non sarebbe cambiato nulla. L’Europa League rappresenta ora il nuovo futuro europeo della squadra torinese.

Catania – Juventus 1-1
Gol: Silvestre al 24° (1-0), Marchisio al 52° (1-1)

Il Catania
Andujar – Potenza, Silvestre, Terlizzi, Alvarez – Biagianti (dal 67° Spolli), Carboni, Ricchiuti (dal 57° Ledesma) – Izco (dall’85° Sciacca), Maxi Lopez, Mascara
Allenatore: Mihajlovic

La Juve
Buffon – Zebina (dal 77° Salihamidzic), Cannavaro, Chiellini, De Ceglie – Poulsen, Felipe Melo, Marchisio – Diego (dall’83° Candreva) – Del Piero (dal 46° Amauri), Iaquinta
Allenatore: Zaccheroni

(E. S.)

Catania-Juventus 1-2. Al 91° i bianconeri mettono la freccia. Superato il Milan

08 / 02 / 2009 – Al Massimino di Catania Ranieri mette in campo una squadra finalmente diversa dalla solita: dentro Tiago (bentornato al portoghese), Iaquinta e Camoranesi, e fuori Poulsen, udite-udite Del Piero e Marchionni.
Ed è subito Vincenzone Iaquinta ad andare in gol: punizione dalla destra al 10 minuto del primo tempo e… rete! Juve avanti e ammonizione all’autore del vantaggio, reo di esultare sotto la curva e di togliersi la maglietta. Pronti via e lo stesso Iaquinta si fa espellere per un intervento, a dire la verità neanche tanto duro, a metà campo. Juve in dieci e partita in salita.
Il pressing del Catania è forsennato: pochi minuti dopo è decisivo Buffon su un colpo di testa ravvicinato di Potenza, poi ancora Martinez che però non è preciso nell’ultimo passaggio e così l’azione sfuma. La Juve prova a controllare, ma capitola a inizio ripresa: colpo di testa di Mascara che beffa Grygera e su cui Buffon respinge “corto” … Morimoto, il giapponesino, va in gol e pareggia i conti.

Siamo sull’1 a 1 e i padroni di casa non sembrano accontentarsi.

Dubbio in area bianconera: è Molinaro a colpire con una mano, ma l’arbitro fa proseguire.
Amauri risveglia la Juve con un tiro di poco alto, ma in conclusione è Poulsen che regala la vittoria alla Signora: su cross di Nedved, Terlizzi liscia clamorosamente e il danese la mette dentro da due metri.
Partita positiva per il risultato e il ritorno di giocatori importanti quali Camoranesi e Tiago.
Juve vittoriosa dopo due sconfitte consecutive su un campo non facile.

Ora la Samp di Cassano che qualcuno vorrebbe vedere vestire bianconero l’anno prossimo.
Del Piero scalpita, Trezegol anche… bene, finalmente problemi di abbondanza in attacco! E se fosse un 4-3-3?

Catania-Juventus 1-2
Gol: 10° Iaquinta (0-1), 51° Morimoto (1-1), 91° Poulsen (1-2)

Il Catania
Bizzarri, Potenza (dal 79° Terlizzi), Silvestre, Stovini, Capuano (dal 31° Martinez), Baiocco, Izco (dal 69° Carboni), Tedesco, Biagianti, Mascara, Morimoto

La Juve
Buffon, Grygera, Legrottaglie, Mellberg, Molinaro, Camoranesi (dal 49° Marchionni), Sissoko, Tiago (dall’82°Poulsen), Nedved, Amauri, Iaquinta

Classifica parte alta
53 Inter, 46 Juventus, 45 Milan, 41 Fiorentina, 40 Genoa e Roma

(Rocco Paradiso)

Catania-Juventus: Trezegol scalpita! Pronostico e fantacalcio

07 / 02 / 2009 – Si è visto qualche segnale di ripresa mercoledì sera nei quarti di finale di Coppa Italia vinti ai rigori contro il Napoli, non tanto nel primo tempo quando il match è stato soporifero e del tutto privo di emozioni quanto nel secondo: i ragazzi bianconeri hanno mostrato una discreta atleticità, al contrario di quanto fatto vedere nelle ultime due partite di campionato. E’ stato un buon test anche per i 60 minuti giocati da David Trezeguet, complici i tempi supplementare ad avergli aumentato il “minutaggio” nelle gambe.

Ora il bomber francese sembra pronto, scalpita per una maglia da titolare che è deciso a strappare ad Amauri, “italiano” mancato per la sua scelta di giocare nella nazionale brasiliana. L’ex palermitano si è involuto rispetto alla prima parte di stagione e ha smarrito la via del gol: avrebbe bisogno di un po’ di riposo e il rientro di Trezegol potrebbe essere un toccasana per recuperare un po’ di lucidità sotto porta.

La Juve ha “perso altri pezzi” nelle ultime due partite: Zanetti per circa due mesi, De Ceglie per un mese e mezzo e Chiellini per un mese. Domande lapalissiane: la preparazione atletica di quest’anno c’entra qualcosa? Lo staff medico ha qualche responsabilità? A voi le risposte (scontate).

In campo contro il temibilissimo Catania, allenato da un allenatore preparato come Walter Zenga, la squadra sarà obbligata: in porta Buffon, che sembra essersi ripreso dalla febbre che lo ha tenuto lontano dalla Coppa, davanti a lui la coppia centrale composta da Mellberg e Legrottaglie affiancati da Grygera e Molinaro (encomiabile la sua partita contro il Napoli per dedizione e impegno); a centrocampo verrà riproposta la coppia centrale formata da Sissoko e Marchisio (che verrà probabilmente preferito a Poulsen in ritardo di condizione per l’infortunio appena superato) e Marchionni e Nedved sulle fasce. In avanti ancora Del Piero-Amauri, ma Trezegol scalpita!
Catania schierato con il 4-3-3 e il trio Mascara – Morimoto – Paolucci in avanti: tre giocatori da non sottovalutare, specie per una difesa in emergenza e in ritardo di condizione come quella bianconera.

Pronostico: dico 2 (anche se in realtà è una partita da “tripla”)
Fantacalcio: sì a Trezegol e Marchionni

(Rocco Paradiso)

Catania Juve 1- 1. Lo scudetto? Un miraggio!

13 / 01 / 2008 – Mentre al Santiago Bernabeu Zambrotta favoriva il primo gol del Barça con uno splendido cross che Gudjohnsen non sprecava (Barcellona – Murcia 4-0, ndr), a Catania mister Ranieri se la prende con i suoi che non riescono a fare un traversone decente. E come dargli torto. E’ una brutta Juve quella vista ieri sera. E se ci si mette pure la terna arbitrale diventa buio pesto.
Nel primo tempo il Catania passa in vantaggio con un gol di Spinesi al 15’ in fuorigioco e pochi minuti più tardi Del Piero viene fermato solo davanti a Polito in posizione regolare. Poi più nulla da segnalare a parte qualche cartellino giallo e i cross sbagliati di cui prima.

Il distratto Tiago viene sostituito nell’intervallo da Marchionni, incisivo solo nei primi minuti. Il Catania si chiude nella propria metà campo non disdegnando però rapide ripartenze: ottima la prova del duo Mascara-Spinesi e buono il dinamismo di Izco e Colucci a metà campo. Entrano Palladino e Iaquinta per il “furioso” Nedved e Brazzo ma il risultato si sblocca solo all’89’. Del Piero viene atterrato in area e realizza su un rigore contestato ma netto il gol dell’1-1.
Come puntare al campionato? Come recuperare l’Inter? La Juve fatica fuori casa, manca di qualità a centrocampo e non riesce ad innescare “le ali”. Siamo alle solite.

Uomo EdT: Del Piero, uno dei pochi a salvarsi. Suo il gol del pari e sue le giocate piů importanti per la Juve: il capitano stasera non ci stava proprio a perdere.

(Rocco Paradiso – rocco.paradiso@yahoo.it)

Catania – Juventus. Situazione

11 / 01 / 2008 – Catania – Juve, prepartita. Bentrovati su EdT! Il campionato riparte dopo la, forse, troppo lunga pausa natalizia e cosě anche le nostre chiacchiere calcistiche. Mille le voci di mercato sui presunti nuovi arrivi in casa bianconera (Van der Vaart, Mellberg, Sissoko, Huntelaar, Felipe, Zapata, Diego, Amauri, etc. etc. etc ci manca solo piů Ciccio di Nonna Papera…) e sulle partenze di questo o quel giocatore (Almiron e Boumsong su tutti). Le uniche certezze al momento derivano perň dalla cessione di Criscito al Genoa e dall’anticipo di domani sera contro il Catania.

Per la Juve è in dubbio Trezeguet, che comunque oggi è tornato ad allenarsi con il gruppo, out Mauro German Camoranesi, Zebina e Andrade per infortunio.

Nel Catania fuori gli indisponibili Sabato e Morimoto e gli squalificati Baiocco e Sardo, mister Baldini punta sul tridente Martinez-Spinesi-Mascara.

(Rocco Paradiso rocco.paradiso@yahoo.it)

Lascia un commento