Piemonte, eliminati acconto e saldo IRAP. Testo decreto

Buone notizie per il Piemonte.

Sul finire -si spera- dell’emergenza Coronavirus, iniziano a vedersi i primi aiuti economici nel mondo dell’imprenditoria. Una boccata d’ossigeno in un periodo davvero “soffocante”, in particolare per le PMI e i piccoli imprenditori.

A giugno le imprese, come i lavoratori autonomi, dovrebbero versare l’acconto e il saldo IRAP. Grazie al decreto-legge del 19 maggio 2020, dal titolo “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19“, saranno invece dispensate da tale onere fiscale.

L’eliminazione dell’Imposta Regionale sulle Attività Produttive (IRAP) avverrà per quelle realtà che possono dimostrare un fatturato al di sotto dei 250 milioni di euro (dato che si riferisce al precedente periodo d’imposta).

Quindi, non si dovrà pagare:

  • il saldo IRAP relativo al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2019 (resta l’obbligo del pagamento acconto dovuto per lo scorso anno;
  • l’acconto (prima rata) IRAP relativo al periodo di imposta post 31 dicembre 2019 (e ovviamente questo acconto, eliminato, non concorrerà ad incrementare il saldo finale di quest’anno).
Lavoro, ufficio

Risorse

Esclusioni

  • intermediari finanziari;
  • società di partecipazione;
  • imprese di assicurazione;
  • amministrazioni ed enti pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *