Sicurezza sul lavoro: progetto S.I.C.U.R.A. di Fondimpresa

Progetto S.I.C.U.R.A., acronimo che sta per: “Sicurezza In-formazione Cultura: Una Responsabilità Attiva“.

All’incontro (del 30 novembre, ndr) sono intervenuti l’Assessore alla Formazione della Regione Piemonte, Gianna Pentenero, il Direttore Regionale INAIL Pietro Spadafora, il Vice Presidente di Fondimpresa Luciano Silvestri, il Direttore dell’Unione Industriale di Torino Giuseppe Gherzi e la Direttrice del Consorzio Multisettoriale Piemontese, Licia Devalle. Erano presenti anche i rappresentanti delle organizzazioni sindacali e dei partner coinvolti nell’iniziativa, che è frutto di una concertazione sia a livello torinese, sia regionale.

SICURA è il nuovo, ed importante, progetto in materia di sicurezza sul lavoro finanziato da Fondimpresa, promosso e condiviso dalle parti sociali territoriali, dall’OBR-Organismo Bilaterale Regionale e dall’Osservatorio infortuni sul lavoro e malattie professionali costituito da: Unione Industriale di Torino, CGIL, CISL e UIL, con il sostegno dell’INAIL.
La realizzazione è a cura di un panel di Enti formativi tra i quali Poliedra progetti Integrati, Enfap, Enaip, Ial Service, Assocam Scuola Camerana e Consorzio Multisettoriale Piemontese, capofila del progetto.

Mission dell’iniziativa è diffondere la cultura della prevenzione e della sicurezza sui luoghi di lavoro, accrescendo di pari passo l’efficacia e la competitività delle imprese del nostro territorio. Una filosofia che è basata non solo sull’osservanza degli adempimenti, ma che intende incidere sul livello di conoscenza, e sulla consapevolezza dei comportamenti di tutti i lavoratori.

SICURA prevede servizi mirati di informazione e formazione di base in tema di sicurezza, ed un’assistenza alle aziende per l’individuazione e la realizzazione di piani formativi “su misura”.
Un approccio innovativo, che coinvolge non solo gli addetti del settore, ma ogni singolo individuo, al di là del suo ruolo aziendale, attraverso la responsabilità diretta e partecipativa.

Questo modello didattico, all’avanguardia, vedrà coinvolte circa 100 aziende, con oltre 2000 dipendenti, che saranno interessati da più di 1600 ore di formazione. Un piano che si auspica possa essere applicato, in futuro, ad una rete ancora più allargata di soggetti e di aziende.

(Fonte Unione Industriale di Torino)

Lascia un commento