Sorteggi Champions League per la Juventus. Prossimi avversari

Per aggiornamenti vai alla sezione “Juventus

15 / 03 / 2019. Oggi si sono tenuti i sorteggi della Champions League 2018-2019 per quanto riguarda i quarti di finale.
La Juventus, dopo la rimonta sull’Atletico Madrid per 3-0 (andata 0-2) agli ottavi di finale, dovrà vedersela con gli olandesi dell’Ajax. La partita di andata si disputerà ad Amsterdam mercoledì 10 aprile, mentre sei giorni dopo, il 16 aprile, ci sarà il ritorno, a Torino.

Gli altri abbinamenti sono:
Liverpool (Inghilterra) – Porto (Portogallo)
Tottenham (Inghilterra) – Manchester City (Inghilterra)
Barcellona (Spagna) – Manchester United (Inghilterra)
Come potete notare, ai quarti si sono qualificate ben quattro club inglesi.

14 / 12 / 2015. Poteva andare meglio alle squadre italiane. Decisamente. Tra le varie contendenti, come il Gent, il Wolfsburg, il PSV, alla Juventus e alla Roma sono capitate due tra le più forti in assoluto, non solo a livello europeo.
I bianconeri se la vedranno con i tedeschi del Bayern Monaco, mentre i giallorossi dovranno affrontare il sempre ostico Real Madrid.
Di solito, a questo punto del torneo, si suol dire che una vale l’altra, perché alla fine, sul podio, andrà solo la più forte; dunque, prima o poi, certe “corazzate” le si dovrà affrontare comunque. Ed è qui che subentra l’aspetto psicologico, non sempre a favore della “vincitrice sulla carta”.
Quindi, meglio non fasciarsi la testa ancor prima di batterla. Non è detto che sia la più debole a farsi male. Ma poi, nel calcio, cosa vuol dire “debole”? Potremmo dire oggi che la Juve sia meno forte del Bayern? E la Roma del Real? In 180 minuti tutto è possibile, come sempre nel calcio.
Tornando agli accoppiamenti e alla squadra piemontese allenata da Allegri, ricordiamo che il Bayern Monaco ha vinto cinque volte la Champions League (contando anche la precedente edizione, la Coppa dei Campioni); l’ultima durante la stagione 2012-2013, quando affrontò la Juve ai quarti di finale, vincendo 2-0 sia all’andata che al ritorno. Il suo allenatore è un certo Josep Guardiola, che tanto ha vinto guidando il Barcellona dal 2008 al 2012.
Tra gli altri incontri degli ottavi di finale segnaliamo: Paris Saint Germain-Chelsea e Arsenal-Barcellona.
Si giocherà la partita di andata il 16/17 e il 23/24 febbraio, mentre il ritorno verrà “spalmato” nei giorni 8/9 e 15/16 marzo.

Champions League, girone Juventus con Atletico Madrid. Roma con Bayern
28 / 08 / 2014. Terminata la fase preliminare, sono stati sorteggiati gruppi validi per la Champions League. Alla Juventus è toccato il Girone A, composto da Atletico Madrid (Spagna), Olympiacos (Grecia) e Malmoe (Svezia).
Avversari difficili per i bianconeri saranno sicuramente i neo campioni della Liga, allenati da un certo Diego Simeone, molto conosciuto in Italia per i suoi trascorsi come calciatore.
D’altra parte non si potevano evitare le grandi d’Europa, in una schiera formata da Real Madrid, Benfica, Arsenal, Bayern Monaco, Barcellona, Chelsea…
Più abbordabili i greci e gli svedesi, anche se l’esperienza della passata stagione dovrebbe mettere in guardia verso quelle squadre che potrebbero apparire, sulla carta, meno forti. Meglio non rischiare la “caduta” in Europa League come lo scorso anno.
L’altra italiana impegnata nel massimo torneo europeo è la Roma, che se la giocherà con Bayern, Manchester City e CSKA Mosca.
Per quest’anno è in programma anche il torneo dei giovani, con le compagini della primavera impegnate negli stessi gruppi delle squadre maggiori. Quindi anche i ragazzi della Juve giocheranno contro i ragazzi di Atletico, Olympiacos e Malmoe.
GIRONE A – Champions League 2014/2015
Atletico Madrid, Juventus, Olympiacos, Malmoe

Champions League 2013, Juventus-Bayern (10 aprile)
08 / 04 / 2013. Poteva andare meglio, con il Pescara, ma i tre punti erano l’obiettivo primario e così è stato. Un rischioso 2-1 raggiunto grazie alla doppietta di Vucinic (rigore al 73° e gol al 78°), e la rete del pescarese Cascione a sette minuti dalla fine.
Archiviata la pratica campionato, l’attenzione è ora tutta puntata sulla grande impresa di Champions, non impossibile ma comunque difficile. Gli avversari, i tedeschi del Bayern, hanno già festeggiato la vittoria del 23° scudetto, raggiunto con sei giornate d’anticipo.
Il 2-0 dell’andata e la caratura della squadra campione della Bundesliga costringono Conte a non sbagliare nulla e a segnare due reti senza subirne, per decidere tutto ai supplementari, oppure a vincere con almeno tre gol di scarto.
Juventus-Bayern Monaco 0-1
mercoledì 10 aprile 2013, ore 20.45
Diretta Tv in chiaro su Canale 5, a pagamento su Sky e Mediaset Premium

03 / 04 / 2013. Finita due a zero per i padroni di casa, la partita di andata dei quarti di finale di Champions. Le reti sono state realizzate da Alaba al 1° minuto del primo tempo e da Muller al 63°. Il ritorno a Torino è programmato per mercoledì 10 aprile.

02 / 04 / 2013. Tutto pronto per la partita, valevole per i quarti di finale di Champions League, in programma questa sera a Monaco. I tedeschi, nel loro cammino europeo, hanno collezionato cinque vittorie (2-1 sul Valencia, 1-0 e 6-1 sul Lille, 4-1 sul Bate Borisov, 3-1 sull’Arsenal), un pareggio (a Valencia per 1-1) e due sconfitte (3-1 dal Bate Borisova e 2-0 dall’Arsenal).
Bayern Monaco-Juventus
Martedì 2 aprile 2013, ore 20.45
Diretta tv: Sky e Mediaset Premium
Le altre partite in programma per i quarti di finale:
martedì 2 aprile (andata): Paris S.G. – Barcellona
mercoledì 3 aprile (andata): Málaga – Dortmund e Real Madrid – Galatasaray

Juventus ai quarti
07 / 03 / 2013. La Juve approda ai quarti di finale in Champions League. Grazie alle due vittorie ai danni del Celtic -l’andata in Scozia per 3-0 (Matri, Marchisio, Vucinic) e il ritorno a Torino per 2-0 (Matri, Quagliarella)- i bianconeri superano facilmente gli ottavi e si lanciano verso un percorso in cui tutto sarà possibile.
In attesa degli altri risultati (due partite il 12 marzo: Schalke-Galatasaray, Barcellona-Milan; altre due il 13 marzo: Màlaga-Porto, Bayern-Arsenal) ecco le squadre che han già superato il turno:
Dortmund, Juventus, Paris Saint-Germain, Real Madrid

Celtic-Juventus, stasera ottavi di finale
12 / 02 / 2013. E’ programmata per stasera, martedì 12 febbraio 2013 (ore 20.45), la trasferta, della squadra bianconera, valida per la Champions League. Gli ottavi di finale si disputeranno in Scozia, al Celtic Park di Glasgow.
L’arbitro è il signor Alberto Undiano Mallenco (Spagna), mentre gli assistenti: Roberto Díaz Pérez del Palomar (Spagna), Jesús Calvo Guadamuro (Spagna). Quarto arbitro: Raúl Cabanero Martínez (Spagna); assistenti arbitrali aggiunti: Fernando Teixeira (Spagna), César Muñiz (Spagna).
Diretta tv: Sky e Mediaset Premium. Online su Skygo.

Juventus-Bayern 1-4. Si poteva uscire meglio dalla Champions…
08 / 12 / 2009. Si poteva vincere, si poteva perdere.. ma in questo modo, proprio no! La Juve lascia l’Europa con poca dignità, travolta da un Bayern privo di Luca Toni e Ribery; potendo gestire, magari in contropiede, il vantaggio maturato con la rete di Trezeguet; oppure agguantando il pareggio, che fino all’82° era a portata di mano, segnando il gol del due pari.
La vittoria sull’Inter sembrava aver portato a Torino quella determinazione, quell’energia delle grandi squadre; giocare in casa, poi, davanti al proprio pubblico… una svolta per la stagione… certo, si poteva, si doveva fare di più.
Poco male, il pensiero va subito al prossimo obiettivo: dall’Europa del Bayern, il Manchester, il Real Madrid, il Chelsea, il Barcellona, l’Arsenal e la Fiorentina alla trasferta a Bari, sabato prossimo!
Juventus – Bayern Monaco 1-4
Stadio Olimpico di Torino
La Juve (4-2-3-1)
Buffon
Caceres, Cannavaro, Legrottaglie, Grosso
Camoranesi, Felipe Melo (dall’81° Giovinco)
Del Piero (dal 46° Poulsen), Marchisio, Diego (dal 65° Amauri)
Trezeguet
Allenatore: Ferrara
Il Bayern (4-4-2)
Butt
Lahm, Van Buyten, Demichelis, Badstuber
Muller, Van Bommel, Schweinsteiger, Pranjic (dal 73° Robben)
Gomez, Olic (dal 79° Tymoschuk)
Allenatore: Van Gaal
Gol: Trezeguet al 19° (1-0), Butt al 30° su rigore (1-1), Olic al 52° (1-2), Gomez all’83° (1-3), Tymoschuk al 92° (1-4)

Juventus-Inter 2-1, riaperto il campionato. Bianconeri pronti per il Bayern
06 / 12 / 2009. Battere l’Inter, per i tifosi juventini, č ormai da qualche anno a questa parte un “must”. La partita, storicamente definita “la classica” del campionato italiano, ha regalato al capoluogo piemontese una serata di festa e, soprattutto, una carica psicologica in vista dell’incontro di Champions, in programma martedì 8 dicembre -ore 20.45- a Torino contro i tedeschi.
Tutto inizia nel primo tempo quando, al 20° con Chiellini, i padroni di casa passano in vantaggio. L’uno-a-zero, però, non dura molto: Eto’o, infatti, pareggia di testa appena sei minuti dopo.
Il gol decisivo, da incorniciare per preparazione e fattura, giunge al 58° con Marchisio, il giovane talento juventino.
Grazie a questa vittoria la classifica, in vetta, si accorcia. L’Inter rimane a 35 punti, il Milan -battuta la Sampdoria tre-a-zero- sale a 31 e la Juve a 30.
Sicuramente questo successo avrebbe meritato più tempo, per gioire e festeggiare… ma non si può. Dopodomani si decide il futuro bianconero in Europa: 90 minuti per essere o dentro o fuori!
Juventus – Inter 2 – 1
15° giornata (sabato 5 dicembre 2009)
La Juve
Buffon
Caceres, Cannavaro, Chiellini, Grosso
Sissoko, Felipe Melo, Marchisio (dall’80° Poulsen), Diego
Del Piero (dal 71° Camoranesi), Amauri
Allenatore: Ferrara
L’Inter
Julio Cesar
Zanetti, Lucio, Samuel (dall’89° Materazzi), Chivu
Muntari (dal 60° Balotelli), Cambiasso (dal 78° Mancini), Thiago Motta
Stankovic
Eto’o, Milito
Allenatore: Mourinho
Gol: Chiellini al 20° (1-0), Eto’o al 26° (1-1), Marchisio al 58° (2-1)
Note: Felipe Melo espulso all’87°
Alcuni commenti riportati sul sito ufficiale della Juventus (juventus.it)
Marchisio: Contento per la squadra, per i tifosi e per me
Ferrara: Vittoria meritata, ora pensiamo a martedì
Buffon: Merito anche di Ferrara
Del Piero: Abbiamo dato un segnale

Bordeaux – Juventus 2-0, video sintesi. Ora spareggio con Bayern
26 / 11 / 2009. Al di là del prossimo risultato della compagine francese, determinante sarà lo spareggio -che si giocherà a Torino- tra Juventus e Bayern (rispettivamente a 8 e 7 punti in classifica). La squadra di casa avrà il supporto dei propri tifosi, ma a questi livelli troppi fattori entrano in gioco, rendendo impossibile pronosticare il risultato. I tedeschi giungeranno nel capoluogo piemontese con l’intento di “combattere” fino all’ultimo secondo dell’ultimo minuto di recupero. Inutile, quindi, gestire la partita facendo calcoli di sorta o accontentandosi di segnare un gol in più.
La Juve a questo punto deve solo scegliere: essere o non essere squadra da Champions.
Bordeaux – Juventus 2-0
Il Bordeaux
Carrasso – Chalmé, Ciani, Planus, Tremoulinas – Fernando, Diarra – Plasil, Gouffran (dal 75° Traoré), Wendel – Chamakh
La Juve
Buffon – Caceres, Legrottaglie, Chiellini, Grosso – Sissoko (dall’89° Marchisio), Felipe Melo – Camoranesi, Diego, Del Piero (dal 68° Immobile) – Amauri (dal 77° Giovinco)
Gol: Fernando al 54° (1-0), Chamakh al 94° (2-0)
Classifica Gruppo A
13 – FC Girondins de Bordeaux
08 – Juventus
07 – FC Bayern München
00 – Maccabi Haifa FC
Incontri Gruppo A
15/09: Juventus – 1 – 1 – FC Girondins de Bordeaux
30/09: FC Bayern München – 0 – 0 – Juventus
21/10: Juventus – 1 – 0 – Maccabi Haifa FC
03/11: Maccabi Haifa FC – 0 – 1 – Juventus
25/11: FC Girondins de Bordeaux – 2 – 0 – Juventus
08/12: Juventus – 20:45 – FC Bayern München

Bordeaux-Juventus per una serata da Champions. Diretta Tv
25 / 11 / 2009. Champions League, ecco la classifica del Gruppo A:
10 – Bordeaux, 08 – Juventus, 04 – Bayern, 00 – Maccabi Haifa
Bordeaux-Juventus (mercoledì 25 novembre ore 20.45)
diretta tv su Sky Calcio 4 (dalle 20.15) – Premium Calcio (dalle 20.45)
Dubbi in casa bianconera per difesa e centrocampo, ma non troppo. Infatti Cannavaro dovrebbe essere preferito a Legrottaglie, mentre la coppia Sissoko-Poulsen, dato il buon stato di forma, dovrebbe figurare fin dal primo minuto di gioco, con Melo pronto ad entrare in caso di problemi.

Bayern Monaco – Juventus 0-0. Ora, vincere le due partite con gli israeliani
01 / 10 / 2009. Finisce con un pareggio il secondo turno di Champions League del girone A. La terza giornata il prossimo 21 ottobre, in casa contro il Maccabi Haifa. Mentre il ritorno, sempre con gli israeliani, è fissato per il 3 novembre. Vediamo la classifica:
4 – FC Bayern München – FC Girondins de Bordeaux
2 – Juventus FC
0 – Maccabi Haifa FC
Champions League (girone A, 2° turno)
Bayern – Juve 0-0
Il Bayern
Butt, Braafheld, Badstuber, Van Buyten, Lahm, Schweinsteiger, Ottl, Muller
Ribery, Klose (dal 74° Gomez), Robben (dall’89° Olic)
Panca: Altintop, Breno, Pranjic, Rensing.
Allenatore: Van Gaal
La Juve
Buffon, Grosso, Chiellini, Legrottaglie, Grygera, Marchisio, Diego (dal 60° Poulsen), Felipe Melo, Camoranesi (dal 90° Tiago), Iaquinta, Trezeguet (dal 74° Amauri)
Panca: Del Piero, Manninger, Molinaro, Zebina
Allenatore: Ferrara

Bayern Monaco-Juventus, probabili formazioni da Champions League
Appunti dal Paradiso. Vincere necesse est!
29 / 09 / 2009. Si vede anche Pavel Nedved all’ultimo allenamento della Juventus a Vinovo per dare carica alla squadra, e ce ne vuole. Le ultime prestazioni della Juventus non sono state esaltanti: 3 punti in 3 partite se consideriamo Bordeaux, Genoa e Bologna, due delle tre partite giocate in casa. C’è bisogno di una scossa: la squadra è sulle gambe da un punto di vista atletico e sembra mancare, oltre che a Momo Sissoko da moltissimo -troppo- tempo, la sicurezza e l’atleticità di Fabio Cannavaro. Pensiamo ai presenti evitando discorsi da bar: se ci fosse stato, se avessimo avuto, se l’arbitro avesse fischiato.
I fatti. La Juve è a Monaco e domani sera se la dovrà vedere all’Allianz Arena, stadio che impressiona per imponenza, contro un’ottima squadra che ha in Ribery l’uomo simbolo. Sembrava in procinto di cambiare maglia durante l’estate -destinazione Madrid-, ma è ancora in Germania e, anzi, con lui c’è un ex Blaugrana di indubbia efficacia: Robben. In Bundesliga, la squadra di Van Gaal ha 11 punti, 6 in meno delle capoliste Amburgo e Bayern Leverkusen, e già due sconfitte all’attivo su sole 7 giocate (l’ultima proprio nella scorsa giornata con la capolista Amburgo). Contro la Juventus, oltre ai due appena citati, in avanti anche Olic che verrà probabilmente preferito a Gomez e Klose che siederanno in panchina e al campione del Mondo Luca Toni che sembra destinato a trascorrere la stagione tra serie C tedesca, dove gioca la squadra B del Bayern, e tribuna. È un attacco di tutto rispetto che metterà a durissima prova la tenuta degli uomini di Ferrara.
Juventus. Nella squadra torinese dovrebbero avere spazio sulle ali Zebina e Grosso con il compito di impensierire le fasce laterali tedesche ed evitare “arrembaggi”. Il centrocampo sarà composto dagli stessi uomini di domenica: probabilmente verrà confermato Diego dietro le punte nonostante la partita incolore e una condizione di forma scadente. Il Mistèr probabilmente lo schiererà sperando in un suo guizzo vincente o in un assist a favore di Iaquinta e, udite udite, David Trezeguet. Il francese, che ha già messo a segno 3 reti in questa stagione, verrà preferito ad Amauri che, dopo il suo infortunio e da quando si parla di lui in azzurro, non la “mette più dentro”. Il Capitano Del Piero siederà ancora in panca perché i minuti da lui giocati in questa stagione sono non più di dieci. Sarà importante vincere per restare aggrappati alla Champions!
Le probabili formazioni
Il Bayern
Butt, Pranjic, Van Buyten, Badstuber, Lahm, Timoschtschuk, Ottl, Muller, Robben, Ribery, Olic
Panca: Rensing, Breno, Sosa, Altintop, Gomez, Klose
La Juve
Buffon, Zebina, Legrottaglie, Chiellini, Grosso, Felipe Melo, Camoranesi, Marchisio, Diego, Trezeguet, Iaquinta.
Panca: Manninger, Caceres, De Ceglie, Tiago, Giovinco, Del Piero, Amauri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *