Manovra Monti 2011-2012, opinioni dei cittadini

Cerchiamo di capire e conoscere le opinioni degli italiani sulla famosa Manovra Monti, realizzata a fine 2011 e i cui risvolti si potranno verificare nei prossimi anni. Stiamo parlando del D.L. del 6 dicembre 2011, numero 201, dal titolo “Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici“.

Prima vi proponiamo i titoli del documento e dopo i numerosi commenti rilasciati dai cittadini sull’argomento.

Titolo I Sviluppo ed equità

  • Art. 1 – Aiuto alla crescita economica (Ace)
  • Art. 2 – Agevolazioni fiscali riferite al costo del lavoro nonché per donne e giovani
  • Art. 3 – Programmi regionali cofinanziati dai fondi strutturali e rifinanziamento fondo di garanzia
  • Art. 4 – Detrazioni per interventi di ristrutturazione, di efficientamento energetico e per spese conseguenti a calamita’ naturali
  • Art. 5 – Introduzione dell’ISEE per la concessione di agevolazioni fiscali e benefici assistenziali, con destinazione dei relativi risparmi a favore delle famiglie
  • Art. 6 – Equo indennizzo e pensioni privilegiate

Seguono i Titoli:

  • Titolo II – Rafforzamento del sistema finanziario nazionale e internazionale
  • Titolo III – Consolidamento dei conti pubblici Capo I Misure per l’emersione della base imponibile e la trasparenza fiscale
  • Titolo IV – Disposizioni per la promozione e la tutela della concorrenza

(Fonte Ministero delle Finanze)

  • Anonimo – Gli italiani sono ricchi, ma lo stato italiano è povero ci vuole tanto a capire che i politici (tutti) non solo si sono arricchiti alle spalle della povera gente e non contenti ci tolgono quel poco che gli resta, se non li mandiamo tutti a casa togliendoci tutto quello che hanno, gli italiani e non solo non si salvano, mandiamo a Dini a lavorare in fabbrica o nei campi per quel misero stipendio e vediamo se sono pochi. perché non hanno mai fatto una legge per punire i disonesti, perché i primi sono loro……
  • Anonimo – Come si può fare per mandare a casa tutti i politici? con chi potrebbe sostituirli? Certo è che gli attuali, dovrebbero essere, tutti, senza esclusioni, licenziati!
  • Anonimo – Si potrebbe, chiedere, un giusto indennizzo, a tutti i politici per la loro cattiva amministrazione?
  • Anonimo – Credo che ogni commento sia superfluo fino a quando questa classe politica”non si estingua” o aiutata a estinguersi purtroppo fino a che in Italia ai “manager ” che dopo aver rubato i nostri soldi per decenni o fatto fallire aziende per le quali erano stati messi per ristrutturare vengono liquidati con decine di milioni di euro, perché legati politicamente ai vari partiti e nessuno dice niente e i soldi per le manovre si fanno pagare ai dipendenti e pensionati e ai malati senza mai tassare coloro che dovrebbero e potrebbero pagare senza soffrire più di tanto non si riuscirà mai da questa situazione che purtroppo in Europa esiste solo in Italia comunque ogni ingiustizia come aumentare l’età della pensione, aumentare le tasse sulla prima casa etc. etc. risulteranno vani fino a quando i soldi non verranno presi ai centinaia di evasori che non dichiarano un euro e a chi e veramente capitalista perché con i soldi di lavoratori, pensionati non ci si farà mai a risolvere la situazione a meno che non venga emesso un decreto legge con cui vengono soppressi tutti i pagamenti di stipendi e pensioni.
  • Anonimo – La colpa di tutta questa situazione economica è da attribuire a tutti i governi, in special modo a quello di Berlusconi. Il professor Monti sembra una persona molto seria ed onesta ,speravo che in lui ci poteva essere veramente la persona che noi aspettavamo. Ma non e’ cosi. La commissione europea se fosse veramente giusta dovrebbe valutare se le manovre economiche sono fatte sulla povera gente oppure sui tagli delle spese inutili e della politica ed evasione fiscale. Se cosi non fosse non dovrebbe accettarla.
  • Elios – Bisognerà ricordare di ringraziare anche il presidente Napolitano, se siamo arrivati a questo punto considerato che fa politica da almeno 40 anni, e penso, sistemandosi economicamente anche lui, unitamente ai sui famigliari,ne più e ne meno come tutti i colleghi parlamentari – Invece una moltitudine di persone, le famiglie” normali” sono anni che confezionano sacrifici per campare onestamente, cercando di istruire i figli e lavorando sodo facendo mille rinunce per comprarsi una modesta casa. Purtroppo sono ancora una volta proprio quest’ultimi ad essere chiamati a risolvere questa emergenza così decidono quei fenomeni di professori.
  • Anonimo – È possibile sapere quanto è lo stipendio dei sindacalisti e se hanno benefit anche loro come i parlamentari? Mi pare di avere letto – per esempio – che siano una categoria esentati dal pagare i contributi, e vero? Facciamo trasparenza anche lì.
  • Anonimo – Maledetto il giorno in cui ci hanno fatto entrare in Europa. Quanto prima la pensione la elimineranno del tutto , tanto già con questi tempi non la gode nessuno, dopo una vita di lavoro ,figuriamoci adesso!Poveri figli miei che futuro amaro che li aspetterà! I nostri politici hanno solo pensato a riempire le loro tasche e ora pagano i poveri!
  • La fine – Tanta teoria per tassare i ricchi e fatti per colpire i deboli
  • Cosimo – La manovra di Monti doveva essere più pesante verso i benestanti, quelli veri!
  • Daniele – Sono allibito, ho sperato che le parole equità avessero un significato vero e concreto in particolare perché espresse da un signore di nome Monti. Sulle pensioni mi sarei aspettato un tetto per le massime (es. pensioni da pagare massimo euro 3/4/5 mila), non una rapina sui più deboli. Anche la lotta all’evasione con la restrizione della circolazione dei liquidi è da ragazzini (produce solo limitazioni nelle attività). Ed ancora, perché nessuno ha mai pensato di chiudere quei baracconi delle camere di commercio ? Queste ultime sono vere e proprie cantine di bivacco per arrangiarsi in spese folli in commissioni, presidenze ed investimenti a perdere con i soldi delle imprese – piccole e grandi. Spero che si crei un forte movimento popolare di lavoratori autonomi e dell’impresa per abolire, per come sono strutturate le Camere di commercio.
  • Gervaso – Sono tutti uguali,per questo motivo gli italiani provano disgusto per la politica….non vi è alcun esempio da seguire…
  • Anonimo – Hanno sparlato criticato e lavorato per le dimissioni di Berlusconi ed ora paradossalmente, questi teatranti della politica, si ritrovano tutti insieme a sostenere il governo Monti. Posso capire Berlusconi, che con intelligenza, ha patteggiato la sua uscita da palazzo Chigi (lasciando il compitino scritto a Monti vedi patrimoniale), ma il vantarsi del centrosinistra è davvero ridicolo. Ci hanno portato dalla padella alla brace ,dando ossigeno alla lega nord e allo stesso Berlusconi. Il danno provocato dal decreto Salva Caste e un olocausto economico per i pensionati attuali e futuri e per le forze sane di questo paese; le famiglie e i lavoratori. A questo punto non mi meraviglierei di vedere L’INPS in mano alle banche per gestire i contributi del nostri figli che non raggiungeranno mai la pensione.
  • Anonimo – Nessuna parla di centinaia di migliaia di certificati medici falsi al giorno. a danno di imprese e servizi pubblici. con il ricavato si potrebbero fare tre manovre l’anno
  • Luisa – Come mai non riescono a fare una legge che dà la possibilità a tutti noi cittadini, di qualsiasi ceto sociale, di scaricare dalle tasse una piccola percentuale delle spese quotidiane. Facendo questo tutti noi chiederemmo lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale o la fattura e così in questo modo anche i FURBI pagherebbero le tasse.
  • Daniele – Se un cittadino italiano compra una casa in Romania lo Stato rumeno ti obbliga a pagare le tasse, Italia ti obbliga a pagare una tassa quando quel cittadino lo sta già pagando dove si trova la casa. Tassa+tassa e illegale signor Monti il 0.76 come lo paghi. Aspetto una risposta dal professor Monti? ho un cittadino italiano dovrà rinunciare alla sua cittadinanza comunque facendo sacrifici pagando le tasse in due stati CE Europa ?
  • Anonimo – Quanti governi… : democrazia, sinistra, destra centro ecc ma nessuno , nessuno ha pensato di inasprire le pene per la corruzione politica, i reati esistono e sono configurati dalla legge italiana ma i politici se ne fanno un baffo. Prima corrotti e poi evasori. Nessuno lo ha mai pensato perché?
  • Delusa – Due anni fa ho perso il posto di lavoro e lo Stato mi ha detratto dalla liquidazione il 24,7% di imposte. Nei mesi successivi ho avuto problemi di salute e ho dovuto spendere parte di quello che restava in visite mediche e acquisto di medicinali, inoltre ho dovuto continuare a pagare il mutuo di casa. Ovviamente non ho potuto avvalermi della detrazione del 19% perché, non avendo lavorato, non ho pagato IRPEF. Ora, per motivi di sopravvivenza, sono stata costretta a vendere la casa acquistata con tanti sacrifici e a comprarne un’altra più piccola, in un paesino vicino alla mia città. Ovviamente tutto ciò che ho speso (provvigione all’agenzia immobiliare, imposta di registro, spese varie notarili…) non potrò detrarle neanche quest’anno perché ancora non ho trovato un altro lavoro. Ho 52 anni e solo 25 di contributi, sto continuando a spendere la mia liquidazione, presto rischierò di non poter più nemmeno fare la spesa e ora mi dicono che dal prossimo anno dovrò pagare l’IMU sulla mia casetta di paese e sopportare tutti gli aumenti derivanti da questa manovra. Come me ci sono migliaia e migliaia di persone che, dopo aver perso il proprio lavoro, vengono ora chiamate a salvare l’Italia dal fallimento. Ma sì, salviamo l’Italia, rimettiamola in sesto economicamente in modo che tutti gli evasori, i “ladri”, i privilegiati possano godersela alla faccia di chi, per il loro benessere, ci avrà rimesso la vita. Mi vergogno di essere italiana.
  • E basta! – I ricchi e i poveri ci sono sempre stati; ma i nuovi poveri sono alfabetizzati, preparati e quindi sanno. L’economia si basa sul ‘movimento’ di soldi; ed allora date la possibilità alla massa, ai poveri, di non esserlo più, visto che sono la stragrande maggioranza e vedrete come l’economia andrà a gonfie vele. I ricchi forse saranno un pochino meno ricchi ma sempre super-benestanti e i loro agi, potranno comunque mantenerli; basta ingozzarvi: siate furbi! Se Monti, Tremonti, la Cordigliera delle Ande o tutte le vette del mondo, capiranno questo, noi continueremo ad essere i soliti poveri, ma comunque ‘ricchi’ e loro ad essere sempre ricchi, trovandosi magari la famiglia Fantozzi fianco a fianco al mare a Porto Cervo anziché relegarla a Pontenina, insieme in settimana bianca o in crociera sul Nilo, ma senza più paura, cari ‘tronfi’, di essere apostrofati … ‘male’, ma consapevoli di una, anzi mille e più, pacche sulle spalle! Siate furbi politici, siate furbi!
  • Monica – Vorrei sapere se monti, persona da me stimata , ha preso in considerazione la riduzione e tagli di mensilità di tanti politici , “porta borse ” e tante altre persone nell’ambito del parlamento, e che godono di mensilità non contraccambiate da altrettanto impegno lavorativo.
  • Giulia – Perché non hanno rinunciato ad una mensilità del proprio compenso? Penso che tanto poco sarebbe bastato a risanare metà del debito pubblico
  • Anonimo – Sono nato nel 1960 alla fine di questo anno 2011 ho 34 anni e 2 mesi di lavoro, ho iniziato a lavorare a 17 anni e’ mai possibile che devo aspettare 43 anni e 2 mesi se va bene per andare in pensione, e poi che pensione se va bene 700/800 euro al mese, quando hanno mandato in pensione con 14 anni 6 mesi e 1 giorno, questi cialtroni di governanti, unica soluzione : non andare più a votare!!
  • Totò – Vorrei far sapere a Monti il professore quanto sono ricco, brevemente non ho un lavoro ma per mia fortuna ho ereditato un immobile da cui percepisco 21700 euro lordi annui. I.M.U euro 2750 Irpef circa 5000. Restano circa 1150 e/mese salvo spese straordinarie. Scusi professore come farò a pagare L’IMU se l’immobile dovesse essere sfitto. lo dovrò vendere ma a chi ? ( trattasi di locazione commerciale in un piccolo paese di provincia ad economia disastrata) sarebbe disposto a comprarlo lo Stato a valore catasto E. 290.000 circa. Riformate il catasto prima di fare le rapine e riducete sprechi e stipendi di quelli che fanno finta di lavorare nelle Pubbliche amministrazioni

Lascia un commento