CinemAmbiente, Torino: film in streaming

I festival ai tempi del Covid-19. Cosa fare se non si può aggregare più persone per mostrare diverse proiezioni? CinemAmbiente ha trovato una soluzione.

Quasi tutti sono costretti a rimanere a casa, quindi quale modo migliore di vedere dei film se non in streaming, direttamente sul proprio computer o su altri dispositivi, come smartphone e tablet?

Proprio così, la rassegna green si inserisce tra le mura domestiche, già dallo scorso 3 aprile.

Dato il successo ottenuto dall’iniziativa, proseguirà ancora con altre proposte online. Per dare qualche numero, i lungometraggi “L’elemento umano” di Matthew Testa, “La bugia verde” di Werner Boote, “Dusk chorus” di Nika Šaravanja e Alessandro d’Emilia, “Oceani, il mistero della plastica scomparsa” di Vincent Perazio, hanno raggiunto più di 40.000 web-spettatori in neanche due settimane.

Tutto gratuito, grazie anche alla concessione dei registi e dei distributori.

Il Festival CinemAmbiente, dunque prosegue con una nuova opera ogni tre giorni. I film saranno trasmessi sul sito internet ufficiale della manifestazione (collegamento segnalato a fine articolo).

Una raccolta dei titoli più acclamati nelle ultime edizioni del festival: tra cambiamenti climatici e globalizzazione, ecosostenibilità e nuovi modelli di sviluppo.

Oltre alla proiezione sarà garantito un accompagnamento alla visione con video-messaggi di registi o esperti.

Calendario film CinemAmbiente in streaming

  • 18-20 aprile
    Il sorriso del gatto di Mario Brenta e Karine de Villers (Italia 2018, 60′)
  • 21-23 aprile
    Ladri di tempo (Time Thieves. Your Time is their Business) di Cosima Dannoritzer (Spagna, Francia 2018, 52′)
  • 24-27 aprile
    L’ultimo maiale (The Last Pig) di Allison Argo (USA 2017, 54′)
  • 28-30 aprile
    Unlearning di Lucio Basadonne, Anna Polito (Italia 2014, 74′)
  • 1-3 maggio
    The Climate Limbo di Francesco Ferri, Paolo Caselli (Italia 2019, 40′)
  • 4-6 maggio
    Con i piedi per terra di Andrea Pierdicca (Italia 2016, 86′)
  • 7-9 maggio
    La lunga strada gialla di Antonio Oliviero, Christian Carmosino (Italia 2016, 80′)
  • 10-12 maggio
    Un fragile equilibrio (Frágil equilibrio) di Guillermo García López (Spagna 2016, 81′)
  • 13-15 maggio
    Attivista (Aktivisti) di Petteri Saario (Finlandia 2017, 57′)
  • 16-18 maggio
    Breakpoint. Una contro-storia del progresso (Breakpoint. A Counter-history of Progress) di Jean-Robert Viallet (Francia 2018, 98′)
Festival CinemAmbiente – Ladri di tempo di Cosima Dannoritzer

Informazioni

Festival CinemAmbiente
Email festival@cinemambiente.it
Online www.cinemambiente.it (anche per la visione streaming)

Progetto del Ministero dell’Ambiente e del Festival CinemAmbiente – Museo Nazionale del Cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *