Elezioni Torino. Scrutatori, presidenti. Compensi e iscrizione

In Italia i cittadini sono chiamati a votare quasi una volta l’anno. Anche se qualcosa è cambiato da quando non ci sono più le province, rimane comunque particolarmente viva l’attività ai seggi elettorali.

Che sia un referendum o elezioni amministrative (comunali, regionali), europee o politiche, per far funzionare il tutto nel migliore dei modi servono alcune figure professionali indispensabili: i componenti del seggio.

Già, ma chi ci lavora? Abbiamo un capo, responsabile del buon andamento delle operazioni di voto e garante della regolarità, chiamato “presidente di seggio“; poi vi è un segretario, il cui compito è quello di compilare i registri e i verbali; infine tre o quattro scrutatori, a seconda del tipo di elezione.

Presidente e scrutatori sono scelti (o estratti a sorte) in base ai rispettivi albi. Il segretario, invece, viene nominato dallo stesso presidente.

Ora, definiti i ruoli, possiamo cercare di spiegare come è possibile entrare a far parte di queste “squadre” e guadagnare qualche euro.

Nel Comune di Torino ogni anno è possibile inoltrare domanda per l’iscrizione all’albo dei presidenti e/o all’albo degli scrutatori. Particolarmente importante è sapere chi possa fare richiesta.

Requisiti per diventare presidente di seggio

  • essere elettori nel Comune di Torino
  • possedere un diploma di scuola media superiore
  • avere meno di 70 anni
  • non essere dipendenti del Ministero dell’Interno, Poste e Telecomunicazioni e Trasporti
  • non appartenere alle Forze armate in servizio
  • non essere candidati alle votazioni relative
  • non essere segretari comunali e dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali
  • non essere medici provinciali, ufficiali sanitari, medici condotti

Requisiti per diventare scrutatore

  • essere elettori nel Comune di Torino
  • aver concluso le scuole dell’obbligo
  • non far parte dei medesimi gruppi elencati qui sopra per quanto riguarda i presidenti

Requisiti per diventare segretario di seggio

Come scritto in precedenza viene scelto dal presidente di seggio. Deve comunque essere un elettore nel Comune di Torino e avere il diploma di scuola superiore. Esclusi i cittadini appartenenti ad una delle categorie sopra elencate.

Iscrizione scrutatori e presidente. Come fare domanda

Si deve compilare la domanda (modulo disponibile online, vedi sotto) e spedirla via email o presentarle di persona presso gli uffici elettorali.

  • Albo dei presidenti di seggio: entro il 31 ottobre di ogni anno (se non si è già iscritti)
  • Albo scrutatori: entro il 30 novembre (se non si è già iscritti)

Quanto si guadagna ai seggi elettorali? Ecco i compensi per ogni elezione

Compensi elezioni politiche, amministrative

Seggio elettorale, timbro sezione
  • Presidente: 150 euro più eventuale trattamento di missione.
    +37 euro per ogni altra elezione (numero di differenti schede elettorali previste nella tornata elettorale), contemporaneamente alla prima e fino alla quinta. Esempio, alle politiche con due schede (Camera e Senato), il compenso sarà di 187 euro.
  • Scrutatore e segretario: 120 euro
    +25 euro per ogni altra elezione (numero di differenti schede elettorali previste nella tornata elettorale), contemporaneamente alla prima e fino alla quinta. Per le politiche (due schede), 145 euro.
  • Seggio speciale (articolo 9 legge 23 aprile 1976, n. 136), sempre 90 euro per il presidente di seggio e 61 euro per scrutatori e segretari.

Compensi per il ballottaggio amministrative
Stesso compenso del 1° turno, in base al numero di schede elettorali.

Compensi per elezioni europee

  • Presidente: 120 euro
  • Scrutatore e segretario: 96 euro

In caso di altre elezioni concomitanti si devono aggiungere, rispettivamente, 37 euro e 25 euro per ogni scheda in più.

Seggio speciale (articolo 9 legge 23 aprile 1976, n. 136), sempre 72 euro per presidente e 49 euro per scrutatori e segretari.

Compensi per Referendum

  • Presidente: 130 euro + 33 euro per ogni altra consultazione
  • Scrutatori e segretari: 104 euro + 22 euro per ogni altra consultazione.

Seggio speciale (articolo 9 legge 23 aprile 1976, n. 136), sempre 79 euro per il presidente e 53 euro per scrutatori e al segretari.

Pagamento dei compensi

A Torino funziona così: circa un mese dopo le elezioni il Comune avvisa online, sul proprio sito, che si può riscuotere il proprio compenso. Come avviene l’erogazione dell’importo spettante? Basta recarsi presso qualsiasi filiale dell’Unicredit (con sportello cassa) e presentare documento d’identità e codice fiscale.

Note
Gli onorari dei componenti gli uffici elettorali costituiscono rimborso spese fisso forfettario non assoggettabile a ritenute o imposte e non concorrenti alla formazione della base imponibile ai fini fiscali.

Risorse

Potrebbe interessarti: Quanto guadagnano scrutatori, presidente? Lavoro pesante, vale la pena?

Informazioni

Servizio Elettorale Centrale
Corso Valdocco, 20
telefono 011.01125245 – 011.01125229
fax 011.01125393 – 011.01125058
email: elettorale@comune.torino.it
pec: elettorale@cert.comune.torino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *