“Nonno di Torino”, l’albero più antico ha più di 300 anni

In un posto come Torino, in continua evoluzione e costruzione, la tutela dell’ambiente, la salvaguardia delle aree verdi esistenti, diventa una priorità assoluta, al di sopra di ogni progetto urbano. Per fortuna, pur avendo ottenuto in passato l’indelebile etichetta di “città industriale”, risulta essere tra i centri abitati europei con più parchi.

Così, cercando di scoprire queste oasi vitali sparse per il capoluogo piemontese, giungiamo al cospetto di un luogo simbolo, poco conosciuto, un “monumento naturale” sopravvissuto a secoli di importanti eventi.

Molti lo conosco per il suo soprannome, “Il nonno” (o “Matusalemme“), e data l’età, il nomignolo sembra proprio calzare a pennello. Stiamo parlando di un albero, che quest’anno dovrebbe compiere 309 anni.

Il grande platano, protagonista di questa storia, sembra sia nato insieme alle mura che lo circondano, quelle delimitano il parco della Tesoriera, tra corso Francia e via Asinari di Bernezzo, nel quartiere Parella. Siamo nel 1715, il 18° secolo, e in questa zona della città sta per “sbocciare” quella che poi diventerà la pianta più antica della città. Si trova subito dopo l’ingresso principale.

Nato lo stesso anno in cui venne costruita la Basilica di Superga. L’eroe Pietro Micca aveva da poco (1706) salvato la città assediata dai francesi.

Il "Nonno di Torino", l'albero più antico della città
L’albero più antico di Torino, Tesoriera

Storia della Tesoriera e informazioni

La villa settecentesca “Tesoriera” deve il suo nome al primo proprietario che decise di farla costruire, il tesoriere dei Savoia Ayme Ferrero di Borgaro e Signore di Cocconato. Il progetto fu dell’architetto Jacopo Maggi, che si ispirò alle opere del Guarini, e l’inaugurazione avvenne nel 1715.

Dopo diversi passaggi di proprietà, nel corso dei tre secoli seguenti, il parco e la villa passarono sotto l’amministrazione del Comune di Torino (1976). La Villa Tesoriera, che ospita la Biblioteca Musicale, è stata poi restaurata nel 2012.

Per visitare il luogo
Tre ingressi: da corso Francia 186-192 (con parcheggio bici), da via Borgosesia 33/a o da via Asinari di Bernezzo 23. Raggiungibile con la metropolitana (fermata Monte Grappa) e le linee 2, 13, 36, 71, 65 (normale e barrato).

Orari Parco Tesoriera (in situazione “normale”)
dal 1° ottobre al 30 aprile (ore 07.00-22.00)
dal 1° maggio al 30 settembre (ore 07.00-24.00)

Villa Tesoriera a Torino
Villa ”La Tesoriera”, Torino, veduta della facciata principale

Potrebbe interessarti: Origini di corso Francia, un po’ di storia, oppure la rubrica Torino, storie.

Orari Biblioteca Civica Musicale Andrea Della Corte (Tesoriera)
Corso Francia 186, Torino
Apertura da lunedì a venerdì: lunedì ore 14-19, martedì e venerdì ore 09-15, mercoledì e giovedì ore 13-19.
Informazioni: telefono 011.0113.83.50 / 60 – email biblioteca.musicale@comune.torino.it.

Lascia un commento