Bonus asilo nido: importi e requisiti

In un comunicato INPS si possono scoprire tutte le novità relative al cosiddetto Bonus nido, l’agevolazione economica rivolta a genitori con bambini fino a tre anni (inclusi piccoli adottati) che frequentano strutture pubbliche o private adibite ad asilo nido.

Prima di tutto parliamo di importi previsti. Per il 2020 sono aumentati rispetto allo scorso anno. In base all’ISEE Minorenni si possono ottenere fino a 3.000 euro di contributi.

Il bonus è valido anche per coloro che necessitano di assistenza domiciliare per gravi malattie croniche.

Una volta inoltrata la richiesta, e considerata in regola con i requisiti dall’Inps, sarà lo stesso Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ad erogare quanto spettante mensilmente per undici mensilità. Ad esempio, nel caso di 3.000 euro, si riceveranno 272,72 euro per dieci mesi, dopodiché l’undicesima “rata” sarà di 272,70.

La domanda viene fatta online, utilizzando le proprie credenziali per accedere al portale Inps (Pin, Spid, Cns). Chi aveva già fatto richiesta lo scorso anno potrà modificare la domanda senza doverne inoltrare una nuova.
Si può anche richiedere tramite telefono (numero verde) o rivolgendosi ai patronati (ad esempio i CAF).

I fondi predisposti per il bonus ci sono, per tutti i richiedenti. Falsa dunque la notizie riportata da alcuni media circa l’esaurimento del budget.

Qui sotto in “Risorse” trovate tutti i dettagli, dai requisiti agli importi, dalla modalità di richiesta ai documenti ufficiali rilasciati pubblicamente online.

Neonata che gioca

Risorse

Un aiuto che può venire incontro alle tante spese già affrontate dai genitori con bimbi piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *