Torino compie 2030 anni, ecco la data di fondazione

Non si è mai saputa con esattezza la data di fondazione della città di Torino. Sulle sue origini sappiamo che era una colonia romana e che veniva chiamata Augusta Taurinorum, ma non il momento in cui è stata “poggiata” la prima pietra. Infatti, in nessun documento è riportata tale informazione.

Due anni fa, però, abbiamo ottenuto la risposta grazie agli studi di una ricercatrice dell’INAF, l’Istituto Nazionale di Astrofisica. Mariateresa Crosta non solo ha calcolato l’anno e il mese della fondazione, ma anche il giorno.

Iulia Augusta Taurinorum è nata il 30 gennaio del 9 a. C., ai tempi di Ottaviano Augusto. Quindi Torino avrebbe 2030 anni. Una bella età, non c’è dubbio; ma come è stato possibile trovare con tanta precisione la data corretta?

Per il calcolo sono entrate in gioco sia l’archeologia che l’astronomia. La ricercatrice dell’INAF ci spiega che il punto di partenza “è stata la misura con un Gps di precisione a multifrequenza dell’azimut di via Garibaldi, che coincide con l’antico decumano come gli scavi archeologici dimostrano“.

Una procedura non proprio semplice, basata su algoritmi di trigonometria sferica, altitudini della zona collinare, rifrazione atmosferica… che ha portato a due date: 30 gennaio e 11/12 novembre. La scelta poi è ricaduta sulla prima in base a studi storici: il giorno coinciderebbe con la Festa della Pace, una ricorrenza alla quale Ottaviano augusto teneva molto.

Inoltre, tale data ci dice che Torino è nata sotto il segno del Capricorno, segno zodiacale protettivo di Augusto.

Finalmente conosciamo il giorno di fondazione della nostra città. Chissà che in futuro non diventi una festività o comunque una data da festeggiare, il compleanno di Augusta Taurinorum.

Porte Palatine, Torino
Porte Palatine, Torino

Fonte:
Torino: 2028 anni e non sentirli
(articolo pubblicato sul sito web dell’INAF)

Potrebbe interessarti anche “Augusta Taurinorum, origini e storia del capoluogo piemontese“.

Lascia un commento