Salone del Gusto, i sapori del mondo invadono Torino

La prossima edizione, Terra Madre 2020 – Salone del Gusto, si svolgerà dall’8 al 12 ottobre, sempre presso il Lingotto Fiere di Torino.
Prossimamente tutte le informazioni. Seguono appuntamenti precedenti.

2018
Tra pochi giorni verrà inaugurata una nuova edizione del Salone del Gusto, ormai “fuso” dal 2012 con Terra Madre. Numerose e importanti le novità proposte dall’organizzazione. Dopo l’esperienza all’aperto di due anni fa si ritorna al chiuso, negli spazi del Lingotto Fiere in via Nizza, a Torino.

Tema del 2018: “Food for Change“.

Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre, Torino

Date e orari
Da giovedì 20 a lunedì 24 settembre
Ore 10-24 (Mercato e stand)
Ore 11-24 (street food ed enoteca)
Lunedì chiusura del salone alle 19.

Per ulteriori dettagli, visionare il programma e scoprire gli eventi organizzati, consultare il portale web salonedelgusto.com.

Seguono edizioni precedenti

2016
Si terrà sempre a Torino, ma non più al chiuso, bensì in centro (da piazza San Carlo a Palazzo Reale), al Parco del Valentino, presso le università e in altri luoghi. Non più ad ottobre ma a settembre, dal 22 al 26. Nessun biglietto d’ingresso, la fiera sarà a libero accesso. A pagamento solo gli eventi in programma. Il tema è “Voler bene alla terra”.

2014
Manca pochissimo alla nuova edizione del Salone del Gusto, che attira, insieme a Terra Madre ormai da diverso tempo, numerose persone da tutta Italia e oltreconfine. Da giovedì 23 a lunedì 27 ottobre Torino si immergerà nei colori della multiculturalità con una serie di appuntamenti pensati per tutti i gusti e tutte le età.
Con lo slogan di “Tutti a bordo… sull’Arca del Gusto” la manifestazione, organizzata e promossa da Slow Food, in collaborazione con la Regione e il Comune, si preannuncia davvero imponente, con un ricco calendario di eventi e diversi ospiti .
Ci sarà spazio per tutte le culture con incontri, laboratori, attività didattiche che vanno oltre le differenze tra i popoli e che traggono invece beneficio dalla diversità culturale dei vari soggetti chiamati in causa. Importanti temi legati anche al periodo particolare che stiamo vivendo, sia a livello economico, che sociale.
Purtroppo quest’anno non potranno essere presenti al Salone del Gusto di Torino alcune delegazioni dei Paesi colpiti in queste settimane dal virus Ebola. Per aiutare questi popoli e non dimenticarli, Buttignol, segretario generale di Slow Food Italia, ha fatto sapere che, oltre ad essere sempre in contatto con questi luoghi, si sta portando avanti una campagna per inviare aiuto, cibo, farmaci dove ce n’è più bisogno.

L’assessore torinese alla Cultura ha dichiarato: “La confluenza tra Salone del Gusto e Terra Madre era un passaggio naturale”, perché “da un lato avevamo le eccellenze dell’enogastronomia e dall’altro il senso della rete, di rapporti con le comunità e con un certo tipo di logica non massificante da grande industria alimentare“.

Torino si appresta dunque a diventare il centro culturale e gastronomico del mondo, dove biodiversità, tradizione e multiculturalità si uniscono in un unico flusso di idee, pensieri, progetti. Questa edizione è particolarmente importante poiché anticipa, e lancia, l’edizione internazionale di EXPO, in programma non solo in Lombardia, ma in gran parte del nord Italia, Piemonte compreso. A sua volta l’Expo lascerà poi il testimone al Salone del Gusto, con nuovi spunti utili da analizzare e ampliare in un contesto particolarmente aperto come quello torinese. Anche il Governo prenderà parte al salone con la presenza del Ministero dell’Ambiente, del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Non solo ci saranno istituzioni europee e, ovviamente, quelle locali, dal Comune alla Regione.

Il Salone del Gusto e Terra Madre si svolgeranno presso il Lingotto Fiere di via Nizza 280, dal 23 al 27 ottobre con i seguenti orari: da giovedì a domenica ore 11-23, lunedì ore 11-20.
I biglietti per partecipare all’evento hanno un prezzo di 20 euro, con il ridotto a 16 euro (comitive da minimo 25 persone, chi ha già prenotato un evento all’interno della programmazione, accompagnatori persone portatrici di disabilità e gli under30). Ulteriore riduzione a 12 euro per minori di 18 anni e persone con più di 65 anni. Ingresso gratuito per bambini sotto gli 11 anni, portatori di disabilità. Previsti sconti per le famiglie. I biglietti per partecipare all’evento hanno un prezzo di 20 euro, con il ridotto a 16 euro (comitive da minimo 25 persone, chi ha già prenotato un evento all’interno della programmazione, accompagnatori persone portatrici di disabilità e gli under30).

Lascia un commento