Amazon Torino, nuovo stabilimento a Grugliasco

Il Comune di Grugliasco si sta muovendo verso un interessante sviluppo territoriale. Dopo l’ambizioso progetto universitario della “Città delle scienze“, giunge oggi la notizia di un altro grande progetto economico: il nuovo deposito Amazon.

In Piemonte l’azienda di Jeff Bezos ha investito parecchio, creando oltre 1.300 posti di lavoro. Pensiamo ai due centri di distribuzione, a Vercelli e Torrazza Piemonte, allo stabilimento di Brandizzo e il centro sviluppo per l’intelligenza artificiale a Torino.

Nell’arco di tre anni si prevede l’occupazione di oltre 100 lavoratori in tutto (30 presso la sede di Grugliasco, che sarà operativa dal 2021 e 70 autisti, tutti a tempo indeterminato).

Il centro smistamento occuperà circa 11.750 metri quadrati. Verranno coinvolti fornitori locali.

Rendering del nuovo deposito Amazon a Grugliasco.

Un occhio di riguardo, per quanto concerne la struttura, verrà dato all’impatto ambientale. Come spiega il responsabile di Amazon Logistics in Italia, Gabriele Sigismondi:

“…il tetto e le facciate verranno costruiti con materiali di alta qualità per fornire un livello di isolamento ad alta efficienza termica. Sul tetto, verrà installato un sistema di pannelli solari fotovoltaici per produrre 140 kW di energia elettrica, che corrisponde al consumo di 65 appartamenti standard a Grugliasco. L’edificio verrà dotato inoltre di un sistema di illuminazione completamente a LED, integrato dall’illuminazione naturale grazie a una quantità significativa di finestre e lucernari, pari al 5% dell’intera superficie, il 25% in più rispetto agli edifici standard. L’edificio avrà certificazione energetica BREEAM Very good“.

Il complesso di smistamento verrà costruito in corso Allamano, angolo via Rivalta, vicino alla Comau.

Il deposito verrà realizzato all’angolo tra Corso Allamano e via Rivalta.

Dal 2010 ad oggi Amazon ha investito 4 miliardi di euro nel nostro Paese, con quasi 7.000 posti di lavoro a tempo indeterminato.

Risorse

Potrebbe rappresentare un’ottima opportunità (se saputa cogliere) per le piccole-medie imprese del territorio e gli artigiani. La possibilità di vendere i propri prodotti in tutto il mondo, colmando così il calo della domanda interna. Dopotutto il “Made in Italy” ha ancora una sua forza attrattiva sul mercato internazionale.

7 commenti su “Amazon Torino, nuovo stabilimento a Grugliasco”

  1. Mi interessa lavorare con voi come magazziniere carrellista ho esperienza di quasi 9 anni se avete bisogno ho anche il patentino del muletto aggiornato il 04/06/2020 devo solo allegare al curriculum grazie distinti saluti

    Rispondi
  2. Buongiorno mi chiamo Picerno Rosa nata a Torino il 16/01/1996 vorrei fare domanda di lavoro mi potete inviare l’indirizzo dove posso inviare il curriculum grazie

    Rispondi
    • Salve, non c’è un indirizzo al quale mandare CV. Nel testo viene spiegato come inoltrare la propria candidatura. Ovviamente per Grugliasco è ancora troppo presto, dato che sarà operativa il prossimo anno. Buon proseguimento.

      Rispondi

Lascia un commento