Gianni Agnelli, oggi l’anniversario della scomparsa

Gianni Agnelli, 18 anni senza l’Avvocato

24 / 01 / 2021 – E ora sono diciotto, gli anni trascorsi dalla morte dell’Avvocato, Gianni Agnelli. Uno dei torinesi più famosi e ricordati, sia per quanto riguarda la sua passione calcistica legata alla Juventus, sia per la sua guida industriale a capo della Fiat, e sia per il suo stile (di vita, nel vestire e nelle interviste, con le sue, ormai passate alla storia, espressioni verbali, i suoi motti e i soprannomi spesso dati ai calciatori).

Amato e odiato, sicuramente una figura di rilievo che manca alla Torino dei nostri giorni. Scomparve il 24 gennaio del 2003, all’età di 81 anni.

Fiat Sen. con Avv.-1940
Nella foto qui sopra: Gianni Agnelli insieme al nonno Giovanni Agnelli Senior (1940)
Fonte: Wikipedia, User “Dgtmedia – Simone”.

Giovanni Agnelli, nato a Torino il 12 marzo 1921 e morto a Torino il 24 gennaio 2003, era figlio di Edoardo Agnelli e della principessa Virginia Bourbon del Monte, secondogenito di sette. Spesso veniva soprannominato “l’Avvocato”. Sposò Marella Caracciolo dei Principi di Castagneto. Ebbe due figli, Edoardo e Margherita.

Agnelli, sinonimo di Juventus, di Fiat. Diventa prima presidente della squadra bianconera e in seguito, nel 1966, anche dell’azienda, fondata dal nonno, Giovanni Agnelli.

In seguito alla sua scomparsa venne allestita la camera ardente presso la Pinacoteca al Lingotto. La diretta televisiva (RAI) del funerale al Duomo di Torino, ha mostrato una distesa indescrivibile di persone accorse per l’ultimo saluto. La sua sepoltura è avvenuta nella monumentale cappella di famiglia, al piccolo cimitero di Villar Perosa.

Risorse

Seguono articoli precedenti

24 / 01 / 2013 – Dieci anni sono ormai trascorsi dalla scomparsa di Gianni Agnelli, l’Avvocato (Torino, 12 marzo 1921 – Torino, 24 gennaio 2003). Dalla Fiat alla Juventus, dall’industria allo sport, un’importante figura per la città di Torino e per l’Italia.

24 / 01 / 2011 – Era il 24 gennaio del 2003 quando Gianni Agnelli ci lasciò, all’età di 81 anni. Con lui scomparve una grande “fetta” di storia italiana, sportiva, industriale e non solo.

Lascia un commento