Papa Francesco, di origini piemontesi, eletto sette anni fa (13 marzo)


Sette anni fa (13 marzo 2013) l’elezione del “nuovo” Papa, successore di Papa Benedetto. Bergoglio, per la sua missione, scelse il nome “Francesco”. L’abbiamo menzionato sul nostro portale d’informazione per un motivo particolare: Papa Francesco, infatti, ha origini piemontesi, della provincia di Asti.

Leggi tuttoPapa Francesco, di origini piemontesi, eletto sette anni fa (13 marzo)

Gianni Agnelli, oggi l’anniversario della scomparsa

Gianni Agnelli, 17 anni senza l’Avvocato

24 / 01 / 2020 – E ora sono diciassette, gli anni trascorsi dalla morte dell’Avvocato, Gianni Agnelli. Uno dei torinesi più famosi e ricordati, sia per quanto riguarda la sua passione calcistica legata alla Juventus, sia per la sua guida industriale a capo della Fiat, e sia per il suo stile (di vita, nel vestire e nelle interviste, con le sue, ormai passate alla storia, espressioni verbali, i suoi motti e i soprannomi spesso dati ai calciatori).

Leggi tuttoGianni Agnelli, oggi l’anniversario della scomparsa

Sette anni fa la scomparsa di Rita Levi-Montalcini

Importante personalità torinese della scienza

30 / 12 / 2019 – Esattamente sette anni fa, la notizia della sua scomparsa. Rita Levi-Montalcini, un grande personaggio torinese che ha saputo portare il nostro Paese “ai piani alti” nel mondo della scienza. Una donna forte, cresciuta in un periodo storico difficile e in una società dove non c’era spazio per chi nasceva “femmina”, soprattutto nell’ambito professionale, nella ricerca, ne lavoro qualificato.

Leggi tuttoSette anni fa la scomparsa di Rita Levi-Montalcini

In ricordo di Marchionne. Duemila nel Duomo di Torino (foto)

Si è conclusa da poco la messa officiata da Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, in ricordo di Sergio Marchionne, prematuramente scomparso il 25 luglio a Zurigo, in Svizzera.

In tanti, più di duemila persone, hanno affollato il Duomo per salutare l’amministratore delegato che per quattordici anni, dal 2004 al 2018, ha guidato la Fiat, poi denominata FCA (Fiat Group Automobiles).

Un personaggio unico nel panorama economico italiano. Criticato da sindacati, a volte dagli stessi lavoratori, ma da tanti stimato per come ha saputo prendere in mano le redine di una storica azienda sull’orlo del fallimento, portandola a diventare uno dei principali gruppi a livello internazionale, con 130.000 dipendenti e 119 stabilimenti sparsi per tutto il mondo.

Cruciale, nel 2009, la scalata per l’acquisto dell’azienda statunitense Chrysler, con i marchi Dodge, Jeep, Ram Trucks e Mopar al seguito, che si sono aggiunti a quelli italiani: Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Fiat Professional e Abarth, oltre a quelli non più attivi come Autobianchi e Innocenti.

Marchionne era stato anche Presidente di CNH Global, produttrice di macchine agricole, dal 2006 al 2013. Dal 2014, e fino al momento della sua morte, Presidente della Ferrari, in sostituzione di Luca Cordero di Montezemolo.

Al 26 giugno 2018 risale la sua ultima uscita pubblica, durante la consegna di una Jeep Wrangler all’Arma dei Carabinieri. In seguito, il ricovero a Zurigo per un intervento alla spalla destra. Dopodiché, il peggioramento delle sue condizioni di salute, nel corso di difficili settimane trascorse in apprensione non solo da amici e parenti, ma anche da gran parte dei cittadini italiani.

Un lavoratore infaticabile, concreto, ambizioso, con un occhio puntato sempre verso il futuro. Nessuno, prima di lui, era riuscito a portare fuori dagli Stati Uniti la produzione di una delle auto (fuoristrada) più famose al mondo, la Jeep. Il modello Renegade, infatti, viene costruito a Melfi, in Italia.

Ecco alcune foto scattate poco fa, all’uscita del Duomo

Messa al Duomo di Torino per Sergio Marchionne
Celebrazione per Sergio Marchionne, Duomo di Torino
Messa in ricordo di Sergio Marchionne, Torino
In ricordo di Sergio Marchionne, messa nel Duomo di Torino
Allegri, allenatore della Juve, alla messa per Marchionne
Chiellini alla messa per Marchionne

Foto di Silci Christian

Alla messa, nel Duomo di Torino, hanno partecipato leader del settore industriale, finanziario, ma anche personaggi noti della Formula Uno e del calcio. A fine celebrazione, il ricordo di John Elkann.

L’unico Oscar all’Italia l’ha vinto una torinese

L’altra settimana avevamo scritto della possibilità, per tre torinesi, di vincere l’Oscar 2015 per quanto riguarda i film d’animazione (se vuoi leggi il nostro articolo). La notte appena trascorsa, sul lungo tappeto rosso (il noto “red carpet”) dello Star System, anche se non ha portato la famosa statuetta alla pellicola “Song of the sea“, ha comunque premiato il capoluogo piemontese grazie ad una veterana del cinema. Si tratta dell’unico riconoscimento andato all’Italia.

Leggi tuttoL’unico Oscar all’Italia l’ha vinto una torinese

Scomparso Ferrero, piemontese d’altri tempi. Dalla Nutella alla conquista del mondo

Tutto ebbe inizio con la Nocciola Tonda Gentile del Piemonte. L’ingrediente maggiormente rappresentativo, del territorio regionale, utilizzato per produrre la crema al cioccolato più famosa al mondo, la Nutella.

Lo scorso anno avevamo giusto scritto un articolo sui 50 anni della Nutella, in omaggio della quale, è stato realizzato anche un francobollo. Oggi, purtroppo, siamo qui a parlare di un altro evento, non certo altrettanto lieto, ma triste, per diversi motivi.

Leggi tuttoScomparso Ferrero, piemontese d’altri tempi. Dalla Nutella alla conquista del mondo