La Mole diventa un grande schermo, un cinema sotto le stelle

Negli ultimi anni siamo stati abituati a vedere la Mole Antonelliana sotto diverse vesti. Il simbolo di Torino si presta particolarmente, data la sua grandezza, ad essere un chiaro strumento di comunicazione. L’abbiamo vista dipinta di granata in occasione del 4 maggio, anniversario della tragedia di Superga; in bianco e nero, con il messaggio “+39, rispetto” per l’omaggio delle vittime all’Heysel; in rosa per sostenere la prevenzione del tumore al seno; oppure completamente al buio per l’iniziativa “M’illumino di meno“.

In questo periodo di emergenza Covid-19, anche se la situazione sta migliorando, e con il divieto sulle manifestazioni pubbliche, molti festeggiamenti sono stati sospesi o rimandati. Tra questi quelli relativi al patrono del capoluogo piemontese, San Giovanni.

Ricorrendo quest’anno anche i vent’anni del Museo Nazionale del Cinema e della Film Commission Torino Piemonte, si è pensato di unire in qualche modo gli eventi con uno spettacolo davvero unico.

A partire dal 24 giugno (oggi) e fino al 20 luglio 2020, la Mole diventerà un vero e proprio “cinema sotto le stelle”. Ogni sera, dalle 21 alle 23.30, verranno proiettati, sui quattro lati della famosa cupola, dei filmati (ma anche fotografie, manifesti) che fanno parte del prezioso patrimonio cinefilo del Museo del Cinema.

Mole Antonelliana come cinema all’aperto

Il direttore del Museo Nazionale del Cinema, Domenico De Gaetano, ha dichiarato:

È uno spettacolo studiato come momento perfetto per comunicare la ripartenza della cultura e delle idee innovative e per promuovere Torino come città del cinema” […] “È allo studio un sistema di diffusione della musica, e un’apposita campagna social e web, con fotografie e riprese con i droni“.

Spettacolo di videomapping, un grande omaggio al cinema da una città diventata uno dei simboli del grande schermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *