Museo Egizio di Torino: Immortali sotterranei

L’antico Museo Egizio di Torino, il più importante in Europa e secondo al mondo dopo quello del Cairo, si prepara, passo dopo passo, alla sua metamorfosi, verso il nuovo Museo Egizio, che dovrebbe essere completato e inaugurato nel 2015, in occasione dell’Expo.

Ieri, primo agosto, è stato aperto al pubblico (con ingresso gratuito per tutta la giornata) il nuovo Piano Ipogeo e il percorso “Immortali. L’Arte e i Saperi degli antichi Egizi“, con mille reperti allestiti nei locali sotterranei del palazzo del Collegio dei Nobili, sede storica del museo dal 1832.

Museo Egizio, reperti

Entrando dall’ingresso principale, in via Accademia delle Scienze, superata la biglietteria, si passa per il cortile interno e si accede a delle scale mobili che trasportano il visitatore in un’altra dimensione spazio-temporale (a lato foto d’archivio). Mille metri quadrati, con affascinanti soffitti a specchio e particolari luci che esaltano i preziosi oggetti ereditati dalla collezione Drovetti-Schiaparelli, accoglieranno turisti, appassionati, studiosi, curiosi, nella più antica civiltà del nostro mondo.

Nel 2015 le sale ieri inaugurate subiranno una radicale trasformazione, divenendo la sede della biglietteria, del museum shop, del guardaroba, delle sale didattiche e di altri servizi pensati per i visitatori. L’allestimento, invece, si sposterà al secondo piano al posto dell’ex Galleria Sabauda.

Ecco i principali reperti da non perdere:

Museo Egizio, elenco reperti

E qui troviamo il percorso preparato appositamente

Museo Egizio, allestimenti

Potrebbe interessarti Museo Egizio, storia e Informazioni oppure, più in generale, l’offerta artistica della città: Mostre a Torino (Informazioni su musei).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *