Champions League: Real Madrid-Juventus, probabili formazioni

Champions League: Real Madrid-Juventus, probabili formazioni e diretta tv

23 / 10 / 2013. La sonora sconfitta per 4-2, maturata domenica a Firenze contro i viola, dopo che i bianconeri avevano chiuso in vantaggio di due reti il primo tempo, potrebbe rivelarsi, sembra assurdo dirlo, il risultato migliore per affrontare mercoledì sera gli spagnoli.

I giocatori scenderanno in campo, probabilmente, con maggiore concentrazione e più attenzione, soprattutto in fase difensiva. Dieci reti subite in otto giornate, contro le quattro della scorsa stagione, un po’ pesano. E’ quindi d’obbligo attendersi una reazione.
Il Real Madrid si trova attualmente in testa al girone con sei punti (vittorie contro il Galatasaray per 6-1 e contro il Kobenhavn per 4-0), davanti alla Juventus a quota 2 (pareggi con Galatasaray per 2-2 e Kobenhavn per 1-1).
Si giocherà al Santiago Bernabeu, in una cornice non troppo amichevole e di sicuro effetto, in uno degli anfiteatri del calcio mondiale, testimone di memorabili partite con autentici fuoriclasse. Spetterà agli uomini di Conte decidere se essere intimiditi o esaltarsi una volta immersi in quell’atmosfera.
Gli spagnoli quest’anno sono guidati da Carlo Ancelotti. Nella classifica della Liga spagnola si trovano al terzo posto, dietro a Barcellona e Atletico Madrid. Sabato pomeriggio hanno vinto contro il Malaga per 2-0.

Real Madrid – Juventus 2-1
mercoledì 23 ottobre 2013, ore 20.45
Diretta tv su Canale 5, Mediaset Premium, Sky Sport, Sky go e Premium Play.

Probabili formazioni
Il Real (4-2-3-1)
Casillas
Arbeloa, Pepe, Ramos (o Varane), Marcelo
Khedira, Illaramendi
Modric (o Isco), Di Maria (o Bale), Ronaldo
Benzema

La Juve (4-3-3)
Buffon
Caceres, Barzagli, Chiellini, Ogbonna (o Bonucci)
Vidal, Pirlo, Pogba
Marchisio, Llorente, Tevez

Real Madrid-Juventus, probabili formazioni da Champions League

di Paolo Sponza
04 / 11 / 2008. La Juve rinfrancata da quattro vittorie consecutive, Real Madrid, Toro, Bologna e Roma, e soprattutto, contro quest’ultima, da una prestazione maiuscola, si presenta domani sera al Santiago Bernabeu al cospetto delle merengues desiderose di vendicare la sconfitta di 15 giorni fa.
Rispetto all’andata, dove per i bianconeri la vittoria era di cruciale importanza, la classifica del girone permette alla Juve di scendere in campo senza l’assillo del risultato; una sconfitta rientrerebbe nell’ordine delle cose. Nei sei precedenti nella capitale spagnola, infatti, solo nel lontano 1962 ne è uscita vincitrice; nell’ultimo incrocio invece, stagione 2004/2005, finì 1-0 per i bianchi con gol di Helguera.
Riuscire a strappare un pareggio, o addirittura una vittoria, permetterebbe però di prenotare il primo posto del girone e guardare al sorteggio degli ottavi con maggiore serenità, sapendo di evitare le avversarie più pericolose. Ma forse sto correndo un po’ troppo, la qualificazione è ancora da conquistare e può passare anche da Madrid; per questo Ranieri schiererà la migliore formazione attualmente disponibile, senza concedere riposo a chi ha tirato la carretta fino ad oggi. Un risultato positivo a Madrid permetterebbe anche questo, far rifiatare i titolari e cercare di migliorare la forma dei giocatori in via di recupero nelle due restanti partite del girone.

Real Madrid – Juventus
Fischio di inizio alle 20.45, arbitro Vink (Olanda)

Probabili formazioni
Il Real
Casillas – Ramos; Cannavaro; Pepe; Heinze – Gago; Sneijder; Robben; Van der Vaart – Raúl, Van Nistelrooy. A disposizione: Dudek; Marcelo; Metzelder; Drenthe; De la Red; Javi García; Higuaín
La Juve
Manninger – Mellberg; Legrottaglie; Chiellini; Molinaro – Camoranesi; Sissoko; Tiago; Nedved – Del Piero; Amauri. A disposizione: Chimenti; De Ceglie; Ariaudo; Nocchi; Castiglia; Rossi; Marchionni; Giovinco; Iaquinta

Pronostico reale: 2 a 0 per il Real Madrid (8’ Van Nistelrooy, 40’ Sneijder)
Fantapronostico: 0 a 1 (92’ aut. Cannavaro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *