Covid, Piemonte di nuovo in “zona Rossa”

Il Piemonte tornerà in zona rossa come quattro mesi fa. Secondo i dati forniti dall’Istituto Superiore della Sanità, la nostra regione, insieme ad altre in Italia, ha superato la soglia dei 250 casi ogni 100.000 abitanti.

Tale situazione prevede il passaggio a misure più restrittive, a partire da lunedì 15 marzo 2021 (fino al 6 aprile, prorogata al 21 aprile).

In attesa di ulteriori aggiornamenti, possiamo anticipare che un’ordinanza della Regione Piemonte vieterà lo spostamento verso le seconde case durante il fine settimana (13-14 marzo).

Vedi anche: Piemonte, regole a livello regionale (testo del 12 marzo 2021).

Seguono precedenti articoli

1° marzo 2021
Aggiornamento: Piemonte diventa zona arancione.

3 novembre 2020
Da poco il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha concluso la conferenza stampa relativa al Dpcm del 3 novembre 2020, relativo alle nuove misure per contrastare l’emergenza Covid-19, il nuovo Coronavirus.

Come molti già sapevano da giorni, nel decreto vi è una suddivisione dell’Italia in base alla situazione contagi delle regioni.
Sono state individuate tre aree di altrettanti differenti colori: gialla, arancione, rossa.

Torino, come tutto il Piemonte, rientra nell’ultima area (insieme a Calabria, Lombardia e Valle d’Aosta), quindi in quella con maggiori restrizioni che inizieranno ad avere effetto a partire da venerdì 6 novembre 2020.

Chiusure e aperture, cosa si può fare

  • Vietato ogni spostamento, anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute. Vietati spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro.
  • Chiusura bar e ristoranti, tutti i giorni. Consentito asporto fino alle 22, consentita la consegna a domicilio senza restrizioni.
  • Chiusura negozi, tranne supermercati, beni alimentari e di necessità.
  • Apertura consentita per edicole, tabaccherie, parafarmacie, farmacie, lavanderie, parrucchieri, barbieri. Chiusi centri estetici.
  • Scuola. Didattica a distanza (Dad) per scuole superiori, scuole medie (seconda e terza). Aperte elementari, scuole infanzia, la prima media. Chiusa università, salvo eccezioni.
  • Sospese competizioni sportive, tranne quelle di interesse nazionale. Sospese attività centri sportivi. Consentita attività motoria vicino casa e attività sportiva all’aperto a livello individuale.
  • Chiusura musei, teatri, cinema, palestre, sale giochi, sale scommesse, bingo.
  • Trasporti pubblici consentiti al 50% della capienza, tranne per trasporti scolastici.

Altre chiusure e aperture nei documenti ufficiali segnalati qui sotto.

Area Rossa, Piemonte. Nuove restrizioni per emergenza Covid

Negozi aperti in Piemonte (commercio al dettaglio e servizi alla persona)

Negozi aperti in Piemonte, emergenza Covd

Risorse

Norme in vigore dal 6 novembre al 3 dicembre 2020 (salvo significativi miglioramenti della situazione sanitaria, valutabili dopo due settimane).

Un commento su “Covid, Piemonte di nuovo in “zona Rossa””

Lascia un commento