Piemonte in zona rossa, regole in regione

Da una parte ci sono le decisioni prese dal Governo, che riguardano tutti gli italiani, dall’altra vi sono i decreti regionali, che hanno quindi una portata locale.

Come molti sapranno, il Piemonte, da lunedì 15 marzo 2021, tornerà ad essere “zona rossa” (prorogata al 21 aprile), quindi un’area con particolari norme restrittive. Queste saranno a breve comunicate a livello nazionale (Aggiornamento: rese pubbliche, trovi collegamento in basso). Nel frattempo, però, si può già prendere confidenza con i divieti in regione.

Leggi tutto

Piemonte in zona gialla. Cosa si potrà fare

Il Piemonte rientra nella schiera delle regioni “privilegiate”, un traguardo raggiunto al fotofinish. Fino all’ultimo vi era il dubbio sul colore, con il timore rimanesse arancione.

Invece no, i piemontesi da lunedì 1° febbraio saliranno di livello, portandosi in zona gialla. Un braccio di ferro tra il Presidente Alberto Cirio e il Ministro della Salute Roberto Speranza, conclusosi con il riconoscimento degli sforzi fatti nelle ultime settimane. Importante il dato relativo alla pressione ospedaliera, fortunatamente in calo, tanto che il presidio sanitario del Valentino è stato sospeso, pur rimanendo pronto a tornare operativo in 24 ore.

Leggi tutto

Piemonte, riapertura campeggi. “Fase due” Covid-19

Tra i tanti servizi attesi con impazienza, sia dai gestori che dai clienti, troviamo sicuramente i campeggi. L’emergenza Coronavirus (Covid-19) ha portato alla chiusura di tantissime attività per parecchio tempo, in media oltre i due mesi.

In Piemonte, poi, si è andati cauti con la ripresa della normale quotidianità. Alla fine, però, anche queste ambite mete, soprattutto dai cittadini desiderosi di un po’ di natura, di verde, per staccarsi un po’ dalla cementificazione urbana, sono state rese disponibili.

Leggi tutto

Torino, regole sui mezzi pubblici ai tempi del Covid-19

Ogni pezzo, pian piano, inizia a trovare posto nel grande puzzle del ritorno alla normalità. L’emergenza Covid-19, il noto Coronavirus, non è ancora finita ma è in netto miglioramento, fermo restando il rispetto delle regole istituite per la “fase due”.

A Torino, dal 4 maggio, un maggior numero di persone ha potuto, e dovuto, muoversi per vari motivi: dalla ripresa del lavoro alla tanto attesa visita ai parenti, alla possibilità di attività motoria anche lontano da casa.

Leggi tutto

Fase 2, Coronavirus: cosa si può fare e cosa no

Il decreto pubblicato in settimana, contenente tutte le disposizioni pensate per affrontare la famosa “Fase due“, il Dpcm del 26 aprile, anziché chiarire le regole alle quali dovranno sottostare gli italiani, le ha in qualche modo rese ancor più confuse, in alcuni passi, a libera interpretazione.

Per questo motivo il Governo ha ritenuto opportuno elencare una serie di domande con le relative risposte, per eliminare tutti i dubbi, o quasi.

Leggi tutto

Fase 2 Coronavirus: si potrà andare in bicicletta?

Tra i tanti cittadini italiani in attesa del discorso di Giuseppe Conte, circa le restrizioni e le concessioni previste per la famosa “Fase due” del Covid-19, il pandemico Coronavirus, vi erano numerosi appassionati delle due ruote.

La domanda, dopo aver ascoltato la conferenza stampa del Capo del Governo, è sorta spontanea:

Leggi tutto

Coronavirus, Fase 2. Cosa cambia?

Con il discorso di Giuseppe Conte, possiamo finalmente capire un po’ meglio cosa ci aspetterà per la famosa “Fase 2” dell’emergenza Coronavirus (Covid-19).

Diciamo subito che non cambierà molto rispetto al periodo corrente.

Gli spostamenti potranno avvenire solo per i soliti tre motivi e con autocertificazione. Si potranno fare visite ai parenti, con mascherine e mantenendo le distanze. Nessuna festa o ritrovi di famiglia.

Leggi tutto

Coronavirus, in Piemonte zone rosse. Mappa

Per aggiornamenti leggere: Situazione in Piemonte, provvedimenti e notizie.

Articolo d’archivio
Era nell’aria, il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio (aggiornamento: risultato anche lui positivo al Coronavirus Covid19) lo aveva preannunciato, comunicando che avrebbe chiesto al Capo del Governo, Giuseppe Conte, misure restrittive anche per il nostro territorio, soprattutto per quelle zone limitrofe ai focolai lombardi.

Leggi tutto